[Circolo Sogni] Il cinema a teatro: "La classe operaia va in paradiso"

circolo a cinesogni.it circolo a cinesogni.it
Sab 3 Mar 2018 18:57:43 CET


Care amiche e cari amici,vi scriviamo per annunciarvi una bella collaborazione con Ravenna Teatro in vista dello spettacolo “La classe operaia va in paradiso” in programma al Teatro Alighieri il 9, 10 e 11 marzo. Presentando la tessera del circolo Sogni, rilasciata durante il festival Corti da Sogni – edizione 2017, si avrà  diritto a uno sconto sul biglietto per lo spettacolo teatrale. La promozione prevede l’applicazione della tariffa Under30 su tutte le categorie di posto.Per platea e palco: costo biglietto 16 euro.Per galleria e palco 4° ordine: 10 euroLoggione: 5 euro.Per coloro che hanno meno di 30 anni, da 30 minuti prima dello spettacolo è possibile acquistare biglietti a 5 €. Per usufruire della promozione è necessario presentare la tessera del circolo Sogni alla biglietteria del teatro Alighieri.Informazioni: Ravenna Teatro tel. 0544 36239;  www.ravennateatro.com  ECCO TUTTE LE INFORMAZIONI SULLO SPETTACOLO

venerdì 9 e sabato 10 marzo ore 21 
e domenica 11 marzo ore 15.30 e ore 21 Teatro AlighieriLA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISOliberamente tratto dal film di Elio Petri (sceneggiatura Elio Petri e Ugo Pirro) di Paolo Di Paolo conDonatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell'Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone, Simone Tangolo, Filippo Zattini produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione regia Claudio LonghiSulla coda del film, in una breve e significativa scena, l'operaio Lulù Massa girovaga per la sua casa catalogando a uno a uno gli oggetti lì presenti e recitando una personale, e straniante, litania domestica: a ogni cosa risponde un costo, a ogni costo delle ore lavoro. Mutatis mutandis, nella sua concisione quella scena, dalle tinte bluastre e dai toni buffi, parla molto alla (e della) nostra epoca dominata dal consumo ultraveloce - espresso e spersonalizzante grazie al potere della rete -, affetta da una sindrome bulimica permanente mentre, al contrario, è risucchiata in vuoto ideologico spinto. Bizzarro combinato di stili, con una sceneggiatura che qua e là strizza l’occhio alla commedia all'italiana ma si lascia altresì tentare, nel suo impasto cromatico dall’estremismo espressionista, il film di Petri, scandito dalla musica dura e pervasiva di Ennio Morricone, ha il merito di aver provato ad abbozzare una narrazione dell'Italia attraverso il lavoro, oltre i furori utopici di quegli anni febbrili che seguirono il Sessantotto. Riattraversarne la vicenda con lo sguardo disilluso del nostro presente, a quasi dieci anni dall'ultima crisi economica mondiale, significa riflettere su quanto quell'affresco grottesco immaginato da Petri nel 1971 sia più o meno distante. Un tempo, il nostro, post-moderno e post-ideologico, che fatica a riconoscere in modo netto i tratti di una qualsivoglia “classe operaia”, dispersa e nascosta dietro gli innumerevoli volti del lavoro “flessibile”. Se dunque l'inferno umido e grasso della fabbrica cottimista dell'operaio Lulù Massa appare ben lontano dagli asettici e sterilizzati spazi industriali o dai lindi uffici dei precari odierni, lo stesso non è del ritmo ossessionante e costrittivo di una quotidianità, allora e ancora oggi, alienata. Claudio Longhidurata 2 ore e 30 minuti più intervallovenerdì 9 marzo ore 18 . sala Corelli del Teatro Alighieri
Incontro con gli attori della Compagnia, Claudio Longhi, regista dello spettacolo, e Paolo Di Paolo, saggista e scrittore. L'incontro è a cura di Massimo Marino.BIGLIETTI
I biglietti per gli spettacoli si possono acquistare presso la biglietteria del Teatro Alighieri e del Teatro Rasi, sui siti teatroalighieri.org e ravennateatro.com, presso le agenzie della Cassa di Risparmio di Ravenna e Iat Ravenna. Il servizio di prevendita comporta la maggiorazione del 10% sul prezzo del biglietto che non sarà rimborsata in caso di annullamento dello spettacolo. 
Tutti gli Abbonati de La stagione dei teatri 2017-18 possono acquistare ad un prezzo speciale anche i biglietti per gli spettacoli che hanno escluso dal proprio abbonamento: 10 € per i titoli in scena al teatro Alighieri.

Tutte le informazioni sui prezzi e le promozioni sono su ravennateatro.com alle pagine BIGLIETTI e PROMOZIONE. Online il catalogo de LA STAGIONE DEI TEATRI 2017-18BIGLIETTERIE
Teatro Alighieri, via Mariani 2 Ravenna, tel. 0544 249244, aperta tutti i giorni feriali dalle 10 alle 13, il giovedì anche dalle 16 alle 18 e da un’ora prima di ogni spettacolo. 
Teatro Rasi, via di Roma 39 Ravenna,
 tel. 0544 30227, aperta da un’ora prima dello spettacolo.INFORMAZIONI E CONTATTI
Gli uffici di Ravenna Teatro sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 18 presso il Teatro Rasi in via di Roma 39 a Ravenna, tel. 0544 36239
info a ravennateatro.com  organizzazione a ravennateatro.com
ravennateatro.comProssimo appuntamento de La stagione dei teatri 2017-18TEATRO ALIGHIERI
martedì 13 e mercoledì 14 marzo ore 21
DELITTO E CASTIGO

di Fëdor Dostoevskij, adattamento e regia Konstantin Bogomolov, traduzione Emanuela Guercetticon Anna Amadori, Marco Cacciola, Diana Höbel, Margherita Laterza, Leonardo Lidi, Paolo Musio, Renata Palminiello, Enzo Vetrano, produzione ERT Fondazione
 
 
Circolo del Cinema "Sogni - Antonio Ricci" - Ravenna, Italy
www.cinesogni.it
circolo a cinesogni.it
 
FACEBOOK: Circolo Sogni
INSTAGRAM: cinemasogni
TWITTER: @cinesogni
YOUTUBE: Cinema Sogni
LINKEDIN: Circolo Sogni Antonio Ricci
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: https://liste.racine.ra.it/pipermail/cinesogni/attachments/20180303/a94dfe7a/attachment-0001.html


Maggiori informazioni sulla lista cinesogni