[S-fotografie] Call for papers: Le mostre fotografiche come eventi cruciali nella formazione della cultura visiva italiana (Rivista di studi di fotografia)

Tiziana SERENA tiziana.serena a gmail.com
Gio 19 Gen 2017 12:01:55 CET


Cari tutti,

ho il piacere di diffondere questo annuncio che auspico incontri i 
vostri interessi di studio:*
*


*RSF. Rivista di studi di fotografia*

Call for papers

*Le mostre fotografiche**come eventi cruciali nella formazione della 
cultura visiva italiana*

/RSF. Rivista di studi di fotografia/lancia un call for papers per il 
secondo semestrale del 2017 (n. 6/2017), che sarà dedicato alle mostre 
fotografiche. La scadenza per l’invio dei contributi (max 50.000 
caratteri) è il *1 giugno 2017*.

Le narrazioni storiche sulla fotografia sono state spesso scandite dalla 
successione delle tecniche e dei generi, concentrandosi al pari su 
personaggi (fotografi, curatori, galleristi) ed eventi notevoli, fra i 
quali quelli espositivi. Tuttavia, per quanto riguarda la storia della 
fotografia italiana *il ruolo cruciale rivestito dalle mostre nel 
determinare nuove soluzioni linguistiche e nuove periodizzazioni 
storiografiche*è stato indagato solo parzialmente (con alcune celebri 
eccezioni, come l’/Esposizione internazionale di fotografia artistica/di 
Torino del 1902 e /Viaggio in Italia/del 1984).

Le mostre, per lungo tempo, hanno costituito un momento fondamentale di 
definizione, scoperta e interpretazione del senso più profondo della 
*ricerca fotografica*. Per il fotografo, il momento espositivo ha 
coinciso spesso con un atto di selezione critica dei suoi materiali, 
portandolo a una ridefinizione dell’idea di opera (es. in serie) e 
presentazione. Per il pubblico e per la critica, le mostre hanno 
rappresentato la possibilità di un coinvolgente incontro dal vivo con le 
fotografie originali. Questo *confronto serrato con l’oggetto 
fotografico*, nella sua pienezza di significato (attraverso materiali, 
modalità di stampa, dimensioni, iscrizioni), è stato poi particolarmente 
importante nei casi di opere di artisti internazionali, spesso 
conosciute indirettamente attraverso riproduzioni in libri e riviste. Lo 
spazio espositivo, tramite il *montaggio sulle pareti*tra fotografie e 
poetiche di contesti cronologici e culturali diversi, ha innescato 
*dialoghi e cortocircuiti*fino a quel momento inediti, capaci di 
stimolare una contaminazione dei linguaggi e delle soluzioni figurative.

Possiamo quindi sostenere che proponendo l’incontro con le opere di 
fotografi nazionali e internazionali, emergenti e noti, storici e 
contemporanei, *le mostre hanno innescato processi di cambiamento*nella 
cultura visiva, stimolando di volta in volta istanze di rinnovamento e 
di rottura o, al contrario, proponendo un recupero dei modelli del 
passato. In ogni caso, è stato questo cambiamento a determinare le 
condizioni per *una nuova narrazione storica*in grado di ricomprendere 
quegli eventi espositivi, la cui gittata è superiore alla durata della 
mostra, che hanno sottoposto *a verifica o a scardinamento*le precedenti 
categorie interpretative.

In quanto snodo ineludibile nella produzione dei fotografi e, di 
conseguenza, nella storiografia, la mostra fotografica colta nella sua 
portata cruciale sarà il /focus/del numero monografico. L’ambizione è 
quella di far emergere non tanto un esaustivo quadro cronologico o 
tipologico quanto, attraverso casi di studio esemplari questioni di 
metodo in grado di illuminare alcuni aspetti e momenti della fotografia 
italiana.

*Il tema è così circoscritto:*

•*Localizzazione dell’evento espositivo e tipologia opere/autori*: 
Italia (autori italiani o esteri); estero (autori italiani o fotografie 
realizzate in Italia).

•*Tipologia della mostra*: evento in cui è stata sottolineata la 
dimensione autoriale del fotografo o dei fotografi, anche come gruppi o 
scuole (mostre retrospettive o meno, collettive e antologiche, storiche 
o contemporanee).

*Questioni:*

•Come determinare sul piano storiografico la crucialità di una mostra?

•Come una mostra può essere analizzata di concerto con le vicende della 
creazione fotografica e del percorso intrapreso da gruppi o singoli 
fotografi?

•Qual è il ruolo effettivo di eventi o prodotti culturali collaterali 
alla mostra (es. conferenze, cataloghi, comunicati stampa, dibattiti, 
recensioni, riedizioni della mostra stessa) nel determinare il suo 
carattere di crucialità?

•Come ricostruire i contesti e come si sono intrecciati i fattori che 
hanno influenzato la ricezione di una mostra anche presso pubblici 
differenti?

•La mostra come fenomeno culturale è da considerarsi in una prospettiva 
di breve, media o lunga durata?

•Quali sono i risvolti culturali della determinazione curatoriale e 
delle diverse professionalità coinvolte (es. i fotografi stessi, gli 
studiosi specializzati o meno, i curatori come nuove figure professionali)?


/*RSF. Rivista di studi di 
fotografia*/(>http://www.fupress.net/index.php/rsf)

/RSF. Rivista di studi di fotografia/, periodico semestrale e 
scientifico peer reviewed della Società Italiana di Studi di Fotografia 
(SISF). Pubblica articoli di ricerche e studi originali sulla fotografia 
storica e contemporanea; articoli sulle fonti e sulla 
patrimonializzazione; recensioni di libri, eventi e mostre 
particolarmente significativi nell’avanzamento degli studi.

Scopo della rivista è di raccogliere e promuovere le ricerche più 
avanzate sulla cultura fotografica italiana ed estera, con particolare 
attenzione per il trattamento specifico e specialistico della 
fotografia, per l’innovazione metodologica e per il dialogo fra diversi 
saperi.


*Editore:*/RSF. Rivista di studi di fotografia/è edita dalla FUP, 
editore dell’Università degli Studi di Firenze. Chief editor: prof. 
Tiziana Serena.

*Abstracted/Indexed:*DOAJ, EBSCO, Google Scholar, ProQuest, Ulrich’s 
Periodicals Directory.

*DOI®:*ogni testo pubblicato in /RSF. Rivista di studi di fotografia/ha 
assegnato un numero DOI®

Website: >http://www.fupress.net/index.php/rsf

*Lingua*

Italiano, inglese, francese.

*Saggi*

Lunghezza: max 50.000 caratteri (7.500 parole).

Norme bibliografiche e redazionali: 
 >http://www.fupress.net/public/journals/56/rsf_norme.pdf(tipologia 
“Saggi”).

*Illustrazioni*

Massimo 8: devono essere fornite complete di didascalie come da norme 
redazionali e libere da diritti.

*Consegna*

I testi devono essere inviati a: indirizzo 
email:***rivistastudifotografia a gmail.com*, entro la data del 
*01.06.2017*specificando nell’oggetto: “CFP Mostra 
fotografica/Photographic exhibition”.


*Risposta della redazione*

Entro il 01.07.2017.


-- 


Tiziana SERENA

Associate Professor at "Università degli Studi di Firenze"
http://www.unifi.it/p-doc2-2015-0-A-2c2a3429362b-1.html

Editor in chief "RSF. Rivista di studi di fotografia"
http://www.fupress.net/index.php/rsf/index

Vice-President "Società Italiana per lo studio della fotografia" (SISF)
http://www.sisf.eu


Address:
Università degli Studi di Firenze
Dipartimento SAGAS
Via Gino Capponi, 9
50121 Firenze (I)
tel. +39.055.2757007

-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://liste.racine.ra.it/pipermail/s-fotografie/attachments/20170119/06d7ad8e/attachment-0001.html


Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie