Rif: [S-fotografie] Scatti nei musei

Guido Gerosa guido.gerosa a provincia.tn.it
Mer 12 Feb 2014 16:22:37 CET


Non si tratta di vietare per vietare Cesare ma di tenere nel dovuto conto e
rispetto opere e persone. Le prime perché sono uniche ed
"irriproducibili", le seconde perchè la dimensione nascosta esiste (!), non
è una supposizione o una posa......e va rispettata (!).
Cordialmente..
Guido


_______________________________________
GUIDO GEROSA, architetto
Provincia Autonoma Trento
Dipartimento della Cultura, Promozione, Turismo e Sport
Soprintendenza per i Beni storico-artistici, librari e archivistici
Via S. Marco, 27 -    38122  TRENTO
Tel:+39 0461496611, +39 0461 492130;
Cell. 3346948153  (81048); Fax +39 0461492131
guido.gerosa a provincia.tn.it
sopr.sala a pec.provincia.tn.it

Rispetta il D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati
personali) Se questo messaggio di posta elettronica ti è giunto per errore,
segnalalo immediatamente al mittente e distruggilo (compresi i file
allegati) senza farne copia. Grazie!



Da:        Cesare Colombo <phcesarecol a teletu.it>
Per:        Lista Fotografia <s-fotografie a racine.ra.it>,
Data:        12/02/2014 13:03
Oggetto:        [S-fotografie] Scatti nei musei
Inviato da:        s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it




Un punto che si è chiarito nel dibattito. E' impossibile oggi - in linea di
diritto e per ragioni di ordine organizzativo - impedire i liberi scatti
col cellulare nei musei, e le riproduzioni delle pagine dei libri
consultati nelle biblioteche. Tutto ciò che è custodito sottovetro,
fragile, assediato da visitatori, va salvaguardato. E' un problema di
ordine,di correttezza : non si aprono teche, non si sfogliano codici
miniati, se non si è professionisti autorizzati ed assistiti dal personale
del museo. Figuriamoci. Ma deve valere invece il principio che ogni
visitatore pagante ha il diritto 'civile e culturale' di portarsi a casa
un' immagine ( sia pur non corretta ) d' uso personale,di quello che ha
visto. Non sono questi gli scatti che faranno concorrenza ai
foto-professionisti. Infine : se è vero che davanti alla Primavera di
Botticelli si può creare un assembramento insostenibile ( occorrerà una
specie di servizio d' ordine, come quando si devono mollare gli zainetti )
è anche vero che centinaia di altri luoghi espositivi italiani - che pure
raccolgono tesori - sono desolatamente privi di visitatori. Magari si
presentasse qualcuno esibendo il suo smartphone !
Cesare Colombo




Cesare Colombo
Ripa di Porta Ticinese 27
20143 Milano
Tel/fax. 02 89402668




Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie