R: [S-fotografie] RE: culture dei media oggi, a proposito di Simoncelli + una riflessione senza punto di arrivo

Simona Guerra info a simonaguerra.com
Gio 3 Nov 2011 14:32:51 CET


Diego,

a me spiace per Simoncelli, sul serio, però non mi chiedo se è il caso di
"togliere" popolarità a lui ma bensì perché non ne viene data altrettanta a
persone che hanno fatto
molto per altre discipline, diverse dallo sport, ma ugualmente importanti. 
Ho capito che tu sei un grande appassionato di motociclismo, e
sull'importanza di questo campione - che io non sono in grado di giudicare -
non dico nulla, ma la mia riflessione era un'altra. 

Un abbraccio anche a te e già che ci siamo in bocca al lupo per la tua
mostra di scultura (anche se io, lo sai, ti preferisco come saggista!).

Simona

Simona Guerra
consulente archivi fotografici
________________________________
Bologna - Senigallia (AN)
www.simonaguerra.com
tel. 338.8048294 - Skype: sguerra22

-----Messaggio originale-----
Da: diego.mormorio a libero.it [mailto:diego.mormorio a libero.it] 
Inviato: giovedì 3 novembre 2011 14:05
A: info a simonaguerra.com; s-fotografie a racine.ra.it
Cc: 'Noiret, Serge'
Oggetto: R: [S-fotografie] RE: culture dei media oggi, a proposito di
Simoncelli + una riflessione senza punto di arrivo


Cara Simona,
Marco Simoncelli non è stato usato da nessuno. Con la ditta "San Carlo"
aveva 
un contratto che gli consentiva di correre.
Quelli che come me lo consideravano, insieme a Rossi e a Dovizioso, il più 
grande talento del nostro motociclismo, e uno dei più promettenti campioni
del 
mondo, non si sentono per nulla offesi dalla pubblicità della San Carlo, ma 
sperano che questa ditta voglia continuare ad aiutare altri campioni a 
correre. 
Marco è morto, VIVA MARCO. Noi che gli abbiamo voluto bene, NON LO 
DIMENTICHEREMO MAI. Se esistesse un'altra vita, vorremmo vederlo correre lì.

Lui stava sulla moto come un dio. Tutti meritano rispetto e compassione.
Marco 
meritava e continua a meritare sconfinata ammirazione - come pilota e come 
uomo. Come Marco ce ne sono pochi.

Ti abbraccio e saluto tutti
Diego Mormorio



>----Messaggio originale----
>Da: info a simonaguerra.com
>Data: 03/11/2011 13.34
>A: <s-fotografie a racine.ra.it>
>Cc: "'Noiret, Serge'"<Serge.Noiret a eui.eu>
>Ogg: R: [S-fotografie] RE: culture dei media oggi,	a proposito di
Simoncelli 
+ una riflessione senza punto di arrivo
>
>
>Una riflessione senza punto di arrivo:
>
>Ieri ero in macchina. Davanti a me, al semaforo, c'era un furgoncino di
>quelli che consegnano bibite e patatine ai bar e ai ristoranti. Sul retro
>degli sportelli c'era la fotografia di Marco Simoncelli che teneva in mano
>una busta di patatine di una ditta molto nota. La scritta diceva qualcosa
>come "Mangio la patatina 'X' e parto. Ciao Marco. Uno di noi." (o una cosa
>simile).
>Io sono rimasta davvero disgustata al vedere come questo poveretto sia
stato
>"usato" da una delle ditte che sponsorizzava con la sua tuta e la sua moto,
>anche dopo morto.
>Più che un saluto ho visto un abuso.
>Detto ciò, credo che gli uomini considerati "eroi" in questo pessimo tempo
>in cui viviamo siano cambiati e con loro i parametri con cui vengono, dalle
>masse, ritenuti tali.
>Per me, che non so apprezzare il motociclismo e non lo seguo, Simoncelli è
>una giovane vita spezzata come se ne spezzano ogni giorno, purtroppo,
mentre
>credo che davvero pochi ricorderanno la morte di Cassese e di molti altri
>dando a questa perdita il giusto peso. Sì, forse è solo una questione di
>peso... due pesi e due misure. Forse quel che vorrei è che tutti
"pesassero"
>allo stesso modo, e invece no. 
>Forse sono io in errore quando penso che Simoncelli sia "solo" una vita
>spezzata?...
>
>Simona Guerra
>
>Simona Guerra
>consulente archivi fotografici
>________________________________
>Bologna - Senigallia (AN)
>www.simonaguerra.com
>tel. 338.8048294 - Skype: sguerra22
>
>-----Messaggio originale-----
>Da: s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it
>[mailto:s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it] Per conto di Noiret, Serge
>Inviato: giovedì 3 novembre 2011 11:00
>A: S-FOTOGRAFIE a RACINE.RA.IT
>Oggetto: [S-fotografie] RE: culture dei media oggi, a proposito di
>Simoncelli
>
>Il 22 ottobre se n'è andato anche Antonio Cassese. Per la storia
>dell'Italia, dell'Europa e del mondo fu il primo presidente del Tribunale
>Penale Internazionale per l'ex Jugoslavia all'Aia (1993-97).
>(http://www.antoniocassese.it/) Inoltre era una persona umanamente
squisita,
>sempre disponibile e sorridente oltre che un fino intellettuale e un
>eccellente giurista internazionalmente riverito.  Personalmente sono
>profondamente scosso. Non ho pensato però farne partecipi gli amici della
>lista perché forse, il rapporto di Cassese alla fotografia si limitava alla
>visione delle prove a carico, immagini di corpi violati e trucidati e delle
>testimonianze video dei sopravvissuti durante i processi per crimini contro
>l'umanità. Ma riflettendoci bene, l'avrei potuto fare perché sia Simoncelli
>che invece è stato ricordato in lista, sia Cassese, erano, in un modo molto
>diverso, partecipi della cultura visiva delle nostre società.
>
>Ricordare Simoncelli e non Cassese, vedere fiumi di cittadini al funerale
di
>un giovane motociclista, è difatti  un segno molto chiaro dei tempi in qui
>viviamo e del lascito che la cultura dell'effimero televisivo ha prodotto
>socialmente e ben oltre la penisola. Con questo, non voglio dire che tutti
i
>morti non hanno diritto al rispetto e che la nostra compassione non viene
>data a familiari ed amici che rimangono. Il mio intervento (delicato)
>intende invece riflettere sulla cultura dei media visivi oggi,  un altro
>piano del discorso, quello della scelta della commemorazione e della
>sottolineatura del pathos collettivo come viene trasmessa pubblicamente dai
>media. Tanti giovani spericolati e ignoti perdono drammaticamente la vita
>ogni giorno sulle strade d'Italia con due o quattro ruote e anche persone
>fondamentali per la communita nazionale ed internazionale come Cassese.
>Tuttavia, i morti non hanno lo stesso peso sociale e culturale. Ricordarne
>alcuni e non altri "pubblicam!
> ente", segna profondamente le scelti di una società dello spettacolo
>televisivo oltre che il ruolo dei media che si fanno promotori di quelle
>scelte. A me personalmente hanno profondamente colpito le due modalità
>mediatiche molto diverse di ricordare due persone molto diverse. 
>
>Anche questa lista è comunicazione e media in questo senso e il mio
>intervento - e, voglio ripetere a scanso di equivoci, per non essere
>frainteso e per non dare esito a polemiche che non intendo suscitare qui,
>non ovviamente "contro" chi si sente scosso per una morte piuttosto che per
>un'altra -, vuole riflettere, se possibile, su come l'effimero nelle
società
>di oggi, veicolato con immagini icone che sono in questo caso il tremendo
>incidente in una corsa di motociclette, sia di per sé una questione
centrale
>della -e delle- cultura dell'immagine fissa ed in movimento che permea la
>nostra quotidianità e suscita alcune nostre emozioni e non altre.
>
>Serge Noiret
>
>
>-----Original Message-----
>From: s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it
>[mailto:s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it] On Behalf Of Damiano Dora
>Sent: 25 October 2011 14:11
>To: diego.mormorio a libero.it; S-FOTOGRAFIE a RACINE.RA.IT
>Subject: R: [S-fotografie] CIAO, SIC
>
>Rispondo, perchè motociclista.
>Ci mancherà il Sic. Ci mancherà la sua passione. Quella passione che muove
>il mondo dei motori. Passione, in generale, che muove il Mondo.
>Ciao Sic.
>Un saluto a V.
>
>Dora
> 
> -----Messaggio originale-----
>Da: s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it
>[mailto:s-fotografie-bounces a liste.racine.ra.it] Per conto di
>diego.mormorio a libero.it
>Inviato: domenica 23 ottobre 2011 23.32
>A: S-FOTOGRAFIE a RACINE.RA.IT
>Oggetto: I: [S-fotografie] CIAO, SIC
>
>
>
>
>Scusate. Qualcuno forse non sa chi era Marco Simoncelli.
>
>Era un ragazzo simpaticissimo e un grande campione del motociclismo. 
>La sua morte ci lascia tutti più poveri. 
>
>L'Italia è terra di motori. Sui motori viaggia un po' della grandezza
>italiana.
>I motori fanno parte della nostra arte, del nostro saper fare.
>Sic col motore ci sapera fare, come pochi. 
>
>Aspettando altri ragazzi come lui, lo piangiamo. Con tutto il cuore.
>
>Ciao, Sic. Continueremo a volerti bene. A pensarti.
>
>Domani, salendo sulle Honda come sulle Ducati, girando la chiave di
>accensione, vedremo il tuo sorriso. Sulle strade andremo più piano, ma in
>pista, i migliori cercheranno di somigliarti. 
>
>
>
>
>
>
>The information transmitted is intended only for the person or entity to
>which it is addressed and may contain confidential and/or privileged
>material. Any review, retransmission, dissemination, distribution,
>forwarding, or other use of, or taking of any action in reliance upon, this
>information by persons or entities other than the intended recipient is
>prohibited without the express permission of the sender. If you received
>this communication in error, please contact the sender and delete the
>material from any computer. 
>
>
>
>
>






Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie