[S-fotografie] GRAZIE A ITALO ZANNIER

diego.mormorio a libero.it diego.mormorio a libero.it
Mar 5 Gen 2010 19:00:24 CET


          Cari amici, colleghi e altri


 C’è una frase che mi ronza nelle orecchie dal 1978, anno  in cui la sentii per la prima volta, nel bellissimo film LA CAMERA VERDE di François Truffaut:

“viene un momento nella vita in cui ti accorgi di conoscere più morti che vivi”.

È terribilmente vero: se si ha la fortuna di vivere abbastanza, a un certo punto si conoscono più morti che vivi. Il mio amico pittore Bruno Caruso (83 anni) ha un una rubrica fatta a mano che si porta dietro da oltre cinquant’anni. Sfogliandola ci si accorge che sopra moltissimi nomi è messa una croce.

Terribile, dicevo. Ma, a pensarci bene, dovremmo dire: per fortuna. Per fortuna che a un certo punto si muore tutti. E che anche i più potenti finiscono per sapere che anche la loro potenza sarà cenere. Conviene dunque coltivare l’umiltà e, con essa, andare incontro ai propri creditori. Conviene ricordare i morti – ma, soprattutto celebrare i vivi. 

Comincio quest’anno invitando gli amici e i colleghi a onorare i propri debiti. Per parte mia, voglio innanzitutto, ringraziare ITALO ZANNIER: pagargli il mio debito di riconoscenza. Le prime cose di fotografia che ho letto, tanti anni fa, erano sue. Dunque, grazie Italo.

Come pochi egli è stato instancabile. Ha dedicato alla fotografia un impegno davvero straordinario.

 Con molta cordialità

Diego Mormorio

 


 
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML  stato rimosso...
URL: http://liste.racine.ra.it/pipermail/s-fotografie/attachments/20100105/e3fddac5/attachment.htm


Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie