[S-fotografie] Ricordo di Ugo Zovetti ( 1916 - 2010 )

Cesare Colombo phcesarecol a tele2.it
Mar 5 Gen 2010 17:27:31 CET


E' scomparso a Milano, il giorno di Capodanno, Ugo Zovetti ( 1916 ) considerato il decano tra i fotografi autori che si sono dedicati con continuità e coerenza a raccontare la metropoli.  Zovetti, nato nell' isola dalmata di Korcula - figlio di un famoso grafico illustratore ( con il suo stesso nome ) tra i protagonisti della Secessione Viennese, giunto in Italia tra i primi insegnanti della Scuola del Libro presso la Società Umanitaria - ha iniziato a fotografare nel secondo dopoguerra, senza mai scegliere il professionismo. Sulle orme dei suoi amici, pressochè coetanei, Paolo Monti e Pietro Donzelli ha condotto senza soste una rigorosa ricerca visiva e sociale, realizzando le sue riprese sempre nel classico formato 6x6 e stampando personalmente, fino all' ultimo, i propri ingrandimenti in bianconero. Negli anni 50, la stagione definita del Neorealismo, ha percorso i quartieri centrali e le periferie milanesi, studiandone la continua mutazione edilizia, e componendo memorabili 'ritratti' alle strutture, come ai volti dei cittadini : ragazzi, smarriti vecchi seduti, coppie in cerca di solitudine. 
E' stato tra i fondatori - alla fine degli anni 50 - del Gruppo Fotografico ' Il Naviglio', scissione polemica dei fotoamatori più 'impegnati' dal Circolo Fotografico Milanese. Trent' anni più tardi, egli inizia l' esplorazione materica dei detriti edilizi che formano il Monte Stella, presso San Siro, memoria delle macerie belliche e testimonianza del successivo accumulo di scarti della nostra civiltà dai troppi consumi. ' Monte Stella' è  appunto il titolo di un fotolibro uscito più tardi, nel 1997
( Ed. Fumagalli ) con testo critico di Marco Meneguzzo.
Sul finire del secolo, Zovetti - dopo un' intensa produzione di opere pittoriche astratte, prodotte con getti di colore sul supporto in movimento - torna a dedicarsi ai milanesi, con la sua fotocamera, in particolare ai giovani dei Centri sociali. Le sue immagini sono entrate da tempo nei circuiti museali e del collezionismo. Alcune mostre antologiche hanno di recente presentato il complesso delle sue opere. In particolare 'Photo Show. Milano 55-05' presso il Comune di Monza(2006) e 'Homo. Un ' avventura fotografica' presso il Comune di Soncino (2007), entrambe a cura di Alberto Crespi, con testi di Marine Haas; nello scorso anno      ' Metamorfosi di una città. Milano 1958-2008' presso il Centro Culturale di Milano, a cura di Enrica Viganò ( Ed. Admira ). 


Cesare Colombo
Ripa di Porta Ticinese 27
20143 Milano
Tel/fax. 02 89402668
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://liste.racine.ra.it/pipermail/s-fotografie/attachments/20100105/418e3f78/attachment.htm


Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie