[S-fotografie] colle

barbara cattaneo barbara.cattaneo a gmail.com
Gio 15 Mar 2007 12:57:01 CET


il Tylose MH300P (metiletilcellulosa) viene comunemente impiegato per
il restauro delle opere su carta. E' reversibile in acqua e testato
per l'invecchiamento. Il Vinavil (una formula specifica di
polivinilacetato), invece, diventa irreversibile e  può rilasciare
acido acetico se tenuto in condizioni di cattiva conservazione.
Normalmente vengono impiegate soluzioni di Tylose e Vinavil  per
rivestire custodie o per assemblare alcuni tipi di legature realizzate
ex novo, ma mai utilizzati direttamente sugli originali da conservare,
sui quali si utilizzano metilcellulose (i nomi commerciali più comuni
sono Tylose, Methocel, Klucel G) o colle d'amido.
Il Vinavil ha il solo scopo di aumentare la tenacia adesiva del composto.
Immagino che il vostro materiale verrà conservato in un ambiente dai
parametri termoigrometrici controllati, pertanto l'adesivo non porrà
problemi di conservazione.
Un saluto cordiale


Barbara Cattaneo
Biblioteca Nazionale di Firenze - laboratorio di restauro
piazza Sant'Ambrogio, 2
50122 Firenze





Il 15/03/07, Fototeca Fondazione Zeri<fotozeri a alma.unibo.it> ha scritto:
>
>
> Approfitto della "lista" per fare una domanda tecnica
> Si tratta degli adesivi utilizzati per  incollare i rivestimenti delle
> scatole per la conservazione di fotografie. Conoscete la soluzione composta
> da 70% di  metilcellulosa Tylose mh300P al 6%  + 30/5 di Vinavil 59?
> Grazie mille per l'attenzione
>
>
> Marta Forlai
> Fondazione Federico Zeri
> Piazzetta G. Morandi, 2
> 40125 Bologna
> Tel. 051 20.97.300
> fotozeri a alma.unibo.it
>
>



Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie