[S-fotografie] comunicato stampa

tiziana.serena a tiscali.it tiziana.serena a tiscali.it
Ven 7 Ott 2005 12:30:21 CEST


Cari amici e colleghi,
giro il comunicato stampa di una mostra che apre i battenti al
prestigioso Fotomuseum di Winterthur, segno di un'attenzione in crescita 
verso la fotografia italiana.
Cordiali saluti,
Tiziana Serena


Storia della Fotografia
Università degli Studi di Firenze
Dipartimento di Storia delle Arti e dello Spettacolo
via della Pergola, 48
I- 50121 Firenze
tel. +39.055.2631327
fax  +39.055.2631330
email: tiziana.serena a unifi.it <mailto:tiziana.serena a unifi.it>




-----------------------------------------------------------
*TRANS EMILIA
The Linea di Confine Collection: A Territorial Reconnaissance of Emilia
Romagna.*

Fotomuseum Winterthur (CH)
22 Ottobre 2005- 12 Febbraio 2006
Inaugurazione 21 Ottobre ore 18


Il Fotomuseum Winterthur, con sede nella cittadina di Winterthur
(Cantone di Zurigo, Svizzera), una delle più importanti e prestigiose
istituzioni museali europee presenterà in una mostra che sarà inaugurata
il 21 di Ottobre 2005 alle ore 18, un’ ampia selezione delle fotografie
delle collezioni di Linea di Confine.
Si tratta di opere realizzate nel corso delle numerose indagini promosse
da Linea di Confine dal 1990 al 2005 sulle trasformazioni del paesaggio
e del territorio, della provincia di Reggio Emilia e Modena e della
Regione Emilia-Romagna, conservate nell’ archivio di Linea di Confine.
La mostra testimonia, anche attraverso i saggi che saranno predisposti
per il catalogo, il filo diretto fra l’esperienza di ricerca fotografica
sul paesaggio condotta da autori emiliani negli anni Ottanta e
l’attività d’indagine e di ricerca intrapresa da Linea di Confine
proprio sul territorio emiliano a partire dai primi anni Novanta.
Linea di Confine è tuttavia il primo progetto italiano ad aprirsi al
contributo della più qualificata fotografia internazionale e attraverso
l’esperienza didattica dei Laboratori di Fotografia, ha fortemente
contribuito al rinnovamento dei linguaggi e della cultura fotografica
contemporanea in Italia. Dal 1990 ha invitato in Italia i più importanti
autori internazionali: sono stati invitati autori il cui lavoro ha
segnato le principali tappe della fotografia contemporanea, tra i quali
Michael Schmidt (D), Lewis Baltz (USA), Stephen Shore (USA), John Davies
(GB) , Axel Hütte (D) e altri. 

La mostra sarà curata da Urs Sthael, direttore del Fotomuseum Winterthur
che, in collaborazione con Linea di Confine, ha realizzato una selezione
dei lavori prodotti dagli autori, stranieri ed italiani, anche delle più
recenti generazioni, che hanno partecipato ai progetti d’indagine
commissionati da Linea di Confine, nel corso di quindici anni
d’attività. Complessivamente gli autori presentati sono 16, fra i quali
10 sono italiani. Pertanto la mostra rappresenta una significativa
panoramica sulla produzione contemporanea della fotografia italiana.
Saranno esposte fotografie sul paesaggio del fiume Po' e dei centri di
Boretto, Gualtieri, Brescello e Poviglio (John Davies, 1992), sul
paesaggio e il centro di Luzzara (Stephen Shore, 1993), sul paesaggio
dell’appennino reggiano, nell’area di Canossa (Axel Hütte, 1995), sulle
aree in trasformazione delle Casse d’espansione del fiume Secchia (Guido
Guidi, 1989 e Walter Niedermayer, 1995), sul paesaggio urbano di
Cavriago (Olivo Barbieri, 1990) e di Fiorano modenese (Gilbert
Fastenaekens, 2000).
Saranno inoltre esposte fotografie e video sulle trasformazioni
urbanistiche avvenute nell’area urbana "Gardenia" di Reggio Emilia
(Guido Guidi, Gardenia, 1996), sulle trasformazioni del territorio
emiliano visibili percorrendo la Via Emilia da Piacenza a Rimini, con in
evidenza l’area dei centri commerciali di Modena Nord e la viabilità
autostradale della città di Bologna (Olivo Barbieri, 2000, Paola De
Pietri, 2000, Lewis Baltz (video), 2000, Gianluca Liverani, 1999,
Michele Buda, 1999 e Marco Signorini, 1999), oltre a fotografie del
tratto costiero di Cattolica (Guido Guidi, 2003). Saranno esposte
immagini sull’identità storica del mondo del lavoro tratte dall’archivio
della Camera del Lavoro di Modena e sulle innovazioni nei processi
produttivi dello stabilimento "Ferrari" di Maranello (William Guerrieri,
2003, Olivo Barbieri, 2003).
Infine una selezione ampia delle più recenti indagini sulla costruzione
della linea veloce Bologna Milano, ed in particolare sul tratto
Bologna-Parma, (John Gossage, 2003, Andrea Botto, 2004) e sulla memoria
dei luoghi e delle attività di cura della storica sede dell’ospedale
Sant’Agostino-Estense (Marco Signorini, 2005, Marina Ballo Charmet,
2005).

Linea di Confine avrà con questa mostra la sua prima esposizione
retrospettiva in una delle istituzioni museali più prestigiose d’Europa
e il Fotomuseum Winterthur promuoverà un tour europeo della mostra, in
collaborazione con alcune delle maggiori istituzioni europee.
L’esposizione, che sarà accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo
edito in Svizzera in lingua tedesca ed inglese (una brochure conterrà i
testi del catalogo in lingua italiana), e distribuito in Europa,
contribuirà alla conoscenza della fotografia italiana e degli autori che
hanno dedicato il loro impegno e la loro creatività all’interpretazione
delle grandi trasformazioni del paesaggio contemporaneo e alla ricerca
dell’identità storica e ai valori culturali della nostra Regione. 

Il catalogo, a cura di Urs Stahel, di circa 180 pagine circa, con 60
pagine di testo (tedesco e inglese) e 110 pagine di fotografie, sarà
realizzato nelle edizioni di Christoph Merian Verlag, Basilea e
distribuito in Europa e Usa. Una brochure della stessa dimensione del
catalogo, che potrà essere inserita nel catalogo stesso, presenterà i
testi contenuti nel catalogo in lingua italiana.
Gli autori dei saggi nel catalogo sono:
Urs Stahel (direttore del Museo) / Thomas Seelig (curatore collezioni),
William Guerrieri (coordinatore Linea di Confine)/Tiziana Serena
(storica e critica della fotografia),  Nicoletta Leonardi (storica e
critica della fotografia),  Stefano Munarin (urbanista).

La mostra è realizzata con il Patrocinio della Regione Emilia-Romagna.
Si ringrazia la Calcestruzzi Corradini S.P.A. per il contributo
istituzionale a Linea di Confine.

Per ulteriori informazioni rivolgersi a: 

Linea di Confine per la
Fotografia Contemporanea
Associazione Culturale
Via Fontana 2
42048 Rubiera (RE) Italy
Phone: +39(0)522/629403
Fax: +39 (0)522/262322
www.lineadiconfine.org
linconfine a comune.rubiera.re.it <mailto:linconfine a comune.rubiera.re.it> 

Fotomuseum Winterthur
Gruezenstrasse 44
CH 8400 Winterthur
phone: +41(0)52/3401060
www.fotomuseum.ch
fotomuseum a fotomuseum.ch <mailto:fotomuseum a fotomuseum.ch>

Ufficio stampa:
Elisa Mezzetti
cellulare: 335/5431343
mail: info.linconfine a comune.rubiera.re.it <mailto:info.linconfine a comune.rubiera.re.it> 
elisamezzetti a email.it <mailto:elisamezzetti a email.it>



Maggiori informazioni sulla lista S-fotografie