[Circolo Sogni] comunicato - Primo film della rassegna: The Stag

circolo a cinesogni.it circolo a cinesogni.it
Mar 21 Ott 2014 10:33:53 CEST


Care amiche e cari amici, 
si riparte.
Giovedì 23 ottobre primo appuntamento con le rassegne del circolo Sogni. Ci sono grosse novità: da quest'anno torniamo al CINEMA ASTORIA D'ESSAI, in via Trieste e il film sarà proposto non su una sola serata ma nell'intera settimana (tranne il lunedì che è giornata di chiusura).
Ecco tutte le informazioni:

“SETTIMANE DA SOGNI” AL CINEMA ASTORIA D'ESSAI
 
Giovedì 23 ottobre prende il via la nuova rassegna del cineclub Sogni Antonio Ricci
Appuntamento alle 21 con la presentazione del film irlandese "The stag", commedia dissacrante che è stata il caso cinematografico dell’anno in patria
 
 
 
Il circolo Sogni torna al cinema Astoria d'essai. Dal prossimo giovedì 23 ottobre riprendono le rassegne del cineclub con una grande novità: i film prescelti saranno proposti per l'intera settimana  e non solo per una giornata come da tradizione. 
Le "Settimane da Sogni", escursioni cinematografiche nel cinema d'autore contemporaneo e del passato, vedranno nel giovedì la giornata clou, quando la proiezione del film sarà preceduta da una presentazione della pellicola da parte del circolo Sogni.
Si parte giovedì 23 ottobre (presentazione del film alle 21 e inizio della proiezione alle 21,15) con la commedia irlandese The Stag di John Butles. Caso cinematografico dell'anno in patria e ospite fisso in diversi festival europei dove ha ottenuto un fortissimo successo tra il pubblico.
Da My movies: commedia interamente al maschile diretta dal regista irlandese John Butler, al suo debutto nel lungometraggio, e scritta da Butler insieme a Peter McDonald che interpreta il ruolo di The Machine. The Stag è stato campione di incassi in Irlanda, ed il perché è facilmente intuibile. Sulla falsariga delle commedia americane politically incorrect come Una notte da leoni, The Stag riesce a radicarsi profondamente nel vissuto irlandese, costruendo personaggi riconoscibili e situazioni che, pur nella loro assurdità, hanno un fondamento reale.  L'armonia all'interno del cast fa il resto: su tutti spiccano McDonald, un Depardieu anglosassone (una battuta del film rende esplicito omaggio a questa somiglianza), e la coppia di amici Andrew Scott (Davin) e Hugh O'Conor (Fionnan), la cui interazione lascia immaginare anni di frequentazione fra i due attori. La marcia in più di questa commedia ricca di battute gustose e di situazioni esilaranti è il sottotesto, che riesce ad essere profondamente polemico. Gli sceneggiatori seminano lungo tutto l'arco narrativo della storia indizi che conducono verso un esame della trasformazione del maschile che ha valore non solo antropologico ma anche specificatamente politico. Con leggerezza e apparente nonchalance, The Stag si trasforma gradualmente in una metafora di come l'Unione europea e la moneta unica abbiano "simbolicamente evirato" i Paesi (e gli individui) economicamente più deboli e più esposti. 
 
Seguiteci su facebook: pagina “Circolo Sogni”
 
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: http://liste.racine.ra.it/pipermail/cinesogni/attachments/20141021/e799e831/attachment.html


Maggiori informazioni sulla lista cinesogni